Nama Mandorle

La Mandorla di Avola

Un frutto dalla storia millenaria, coltivato da popolazioni che hanno costruito la storia dell’area del Mediterraneo, divenuto un prodotto d’eccellenza, esportato ben oltre i confini del Mare Nostrum. La Mandorla di Avola, dalla ineguagliabile qualità, è adesso protetta da un consorzio, nato per certificare ciascuno dei passaggi che ne caratterizzano la lavorazione e la messa in commercio.

Per mandorla di Avola si intendono tre cultivar (Pizzuta d’Avola, Fascionello, Corrente d’Avola o Romana) che sono originari del territorio di Avola in provincia di Siracusa.
La specializzazione produttiva della mandorla in Sicilia è segnata in particolare dalla presenza della fabbrica Marzipan, del Cav. D’agata e Figli che esportava nel mondo già nei primi anni del secolo scorso.

 

Qualitá certificata e garantita

Il controllo della filiera é uno dei punti di forza dell’azienda Na.Ma.: dalla scelta del terreno a quella dei semi, dai calendari di trapianto agli interventi agronomici, dalle operazioni di raccolta alla selezione e al confezionamento, per terminare con la distribuzione, garantendo al consumatore mandorle eccellenti, di primissima qualitá.

La mandorla Avola è tutelata dal marchio “mandorla di Avola” registrato in base al decreto legislativo n° 30 del 2005. Si tratta di uno strumento di fondamentale importanza, l’unico in grado di garantire al consumatore la tranciabilità della filiera delle mandorle di Avola e la corrispondenza alle caratteristiche nutrizionali, organolettiche e sensoriali che rendono questa mandorla la più pregiata sui mercati nazionali e internazionali.

Sempre con il precipuo intento di garantire la tranciabilità dei prodotti, l’azienda Nama è stata insignita dall’agenzia per il mediterraneo del marchio “Ruralità Mediterranea”.
Tale marchio è volto alla riscoperta e valorizzazione della ruralità mediterranea, per valorizzare le eccellenza del nostro territorio, attraverso un sistema di controllo della qualità effettuato proprio dall’agenzia per il mediterraneo.


In ultimo l’azienda ha ottenuto altresì la certificazione UNI EN ISO 22005 ovvero un sistema di rintracciabilità certificata, tutto ciò per garantire la qualità, le caratteristiche e la provenienza dei nostri prodotti.

Allegato n.D al certificato N°40758

Tra Le nostre certificazioni si annovera altresì il marchio “BIO” 

Essere certificati bio significa che ai nostri controlli si sommano quelli effettuati da organismi preposti al controllo di tutta la filiera di produzione: dalla materia prima al prodotto confezionato. Significa che tutto quello che produciamo, selezioniamo, lavoriamo e trasformiamo rispetta l’ecosistema e l’ambiente.

E per noi, in più, significa mettere al sicuro la tua salute e quella del mondo in cui viviamo.

Le fasi della lavorazione del frutto del mandorlo sono decisive nella corretta gestione del percorso che dalla raccolta giunge sino al prodotto finito. 

La catena lavorativa ha inizio con la smaltatura: i frutti devono essere liberati dai malli che aderiscono ai gusci. Operazione che un tempo veniva effettuata a mano, grazie agli studi specifici e alle innovazioni tecnologiche viene oggi condotta da precisi macchinari, che riescono ad effettuare questo delicato lavoro ottimizzando i tempi. Successivamente si passa all’essiccazione, atta a ridurre l’umidità che persiste nei semi e nei gusci. Approfittando delle innumerevoli giornate di sole che illuminano la Sicilia nei mesi primaverili ed estivi, questa pratica avviene perlopiù ancora mediante soleggiamento e richiede circa 3 o 4 giorni. 

Segue la sgusciatura, anch’essa passata da manuale a meccanica, e la pelatura, che consiste nel rimuovere meccanicamente i tegumenti seminali dei cotiledoni per attrito tramite rulli, previa scottatura in acqua a circa 90 gradi per non più di 6 minuti. A questo processo fa seguito una fase di asciugatura dentro un particolare forno ad aria calda forzata, con temperatura di circa 80 gradi per circa 90 minuti. Prima della commercializzazione, è opportuno anche passare dalla calibratura del prodotto, prassi sempre più consolidata.

Cibo è Tradizione

I cibi di cui ci nutriamo raccontano ciascuno una propria storia, ma anche quella dell’intera umanità nel suo lungo cammino di lotta per la sopravvivenza.
Essi narrano di viaggi ed esplorazioni, costumi e tradizioni.
Le tecniche agricole sviluppate nel corso dei secoli sono state impiegate per selezionare quelle specie che meglio si adattavano alle caratteristiche del suolo e alle necessità alimentari della specifica società.
In effetti il cibo è un forte segno di identità; esso, assieme alla lingua, alla religione, alle tradizioni, alle
espressioni artistiche, rappresenta la cultura di un determinato luogo, in un determinato tempo.
Il cibo è allo stesso tempo qualcosa che crea amicizia, sintonia, unità.
Con una consolidata esperienza nel settore agricolo, in cui operiamo da oltre 100 anni, con il susseguirsi all’interno di quattro generazioni, ci dedichiamo con cura e passione alla selezione delle migliori materie prime, ottenute secondo procedure che assicurano la totale trasparenza della filiera e che garantiscono la qualità e l’origine del prodotto, mettendo la nostra esperienza al servizio dei consumatori nell’intento di soddisfare ogni sua esigenza.

    Carrello
    WhatsApp Ordina tramite Whatsapp!