torta granella di nocciole

Dolci con granella di nocciole

La nocciola è uno degli ingredienti principe dell’arte dolciaria del Belpaese; a partire da questo tipo di frutta secca sono stati elaborati biscotti, torte, creme e gelati cui gli italiani e le italiane sono molto legati. La nomenclatura scientifica della nocciola è corylus avellana, derivante dal greco còrys che si traduce in italiano come “elmo”, in ragione del fatto che il frutto ricorda una forma del genere.

La raccolta delle nocciole si svolge orientativamente tra inizio agosto e fine ottobre; il procedimento può essere manuale o meccanizzato, in base all’area geografica di produzione e alla tipologia di pianta. Di seguito si passa all’essiccazione che è fondamentale ai fini della rimozione dei residui di umidità che favoriscono lo sviluppo di aflatossine nei frutti. Se tradizionalmente si stendevano le nocciole sotto il sole per far essiccare il guscio esterno e/o e le nocciole all’interno (dipende sempre dalla varietà), oggi si ricorre anche a essiccatori meccanici per aumentare i livelli di sicurezza del prodotto finito. Dopo l’essiccazione, si passa alla sgusciatura meccanica e, infine, alla selezione dei migliori frutti.

Nel mercato delle nocciole l’Italia è tra le nazioni protagoniste e si attesta al secondo posto[1] assoluto in termini di tonnellate prodotte (165.000); la dinamica recente del mercato che sembra premiare i prodotti made in Italy consente all’offerta di espandersi notevolmente. La prima produttrice – e non è una novità quando si parla di frutta secca – è la Turchia, con 710.000 tonnellate. Meno rilevante è il peso del terzo paese per produzione – gli U.S.A. – con 63.800 tonnellate.

Gusto e salute vanno di pari passo

Come la maggior parte della frutta secca, la nocciola è un prodotto senza nemici in quanto contempera le esigenze del gusto e della salubrità: garantisce infatti un ottimo apporto energetico e modula il senso di sazietà. Secondo l’americana Food and Drug Administration, ingerire ogni giorno circa 42 g di frutta secca aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari.

Come accade anche alle mandorle, il sapore delle nocciole si intensifica quando vengono tostate. La nota dolce ma allo stesso tempo amara che le caratterizza le adatta anche alla preparazione di salse e all’impanatura dei frutti di mare più delicati.

Per questa serie di ragioni NA.mA. considera i prodotti a base di nocciole parte integrante del suo assortimento, che comprende:

Approfondiamo di seguito alcune delle modalità d’utilizzo più apprezzate proprio della granella.

Granella di nocciole tostate: consigli e ricette

Le nocciole hanno un sapore dolce e burroso, con note che ricordano il cacao e rendono questo prodotto un ingrediente che ha fatto le fortune dei produttori di creme spalmabili. In assoluto si abbinano perfettamente al cioccolato. Ecco qualche spunto in merito.

Abbinare cioccolato e granella di nocciole

Biscotti con Nutella® e granella di nocciole

Ingredienti per quattro persone:
  • Farina 00 (125 grammi)
  • Amido di mais (25 grammi)
  • Zucchero a Velo (75 grammi)
  • Uovo (1)
  • Burro (60 grammi)
  • Aroma alla vaniglia in polvere (qb)
  • Nutella® o crema spalmabile simile (qb)
  • Granella di nocciole tostate NA.mA. (qb)
Procedimento

Con una frusta elettrica mixare burro e zucchero ottenendo un composto cremoso; incorporare le uova e continuare a lavorare il composto con la frusta; aggiungere nell’ordine aromi, farina setacciata e lievito, impastando e modellando con le mani per ricavare un panetto abbastanza morbido. Questa la base dei Biscotti con Nutella® e granella di nocciole.

A questo punto, avviluppare il panetto in pellicola trasparente da cucina e riporre in frigorifero per mezz’oretta.

Poi – dopo aver foderato una teglia con carta da  forno – fare con l’impasto dei biscotti delle palline (dimensione più o meno di una noce) e fare loro un buco al centro con il dito, prestando attenzione a non forare del tutto la pallina. occorre semplicemente scavare un “piccolo fossato”. Riporre per 10’ in forno a 180°. Una volta sfornate e lasciate raffreddare, le palline sono idonee a essere riempite con la Nutella® e decorate con la granella di nocciole. [1] 

Se si è amanti delle creme dolci e burrose, è possibile sperimentare una variante dei biscotti che prevede l’utilizzo della crema di pistacchio siciliana NA.mA.

Torta con granella di nocciole tostate e Nutella®

Ingredienti per quattro persone
  • Nocciole tostate Na.mA. (100 grammi)
  • Zucchero (100 grammi)
  • Farina (100 grammi)
  • Uova (3)
  • Latte (mezzo bicchiere)
  • Lievito (una bustina)
  • Nutella® o crema spalmabile simile (qb)
  • Granella di nocciole tostate NA.mA. (qb)
Procedimento

Per preparare la torta con granella di nocciole tostate e Nutella® occorre partire dalla materia prima più importante – la nocciola tostata – che va tritata in un mix. Dopodiché, la ricetta prevede lo sbattimento delle uova con lo zucchero arrivando a un preparato dalla consistenza di una spuma.

Giunti a questo punto, unire al composto lievito e farina setacciati, più il latte e – per ultime – le nocciole tritate. Versare poi il composto in uno stampo imburrato e infarinato, prima di mettere per circa 40’ in forno preriscaldato a 180°.

Ultimata la cottura, a torta ancora tiepida, spalmare abbondante strato di Nutella® e spargere la granella di nocciole tostate a pioggia.

La variante light: torta di mele e granella di nocciole

Ingredienti

  • Mele (2)
  • Uova (3)
  • Farina (300 grammi)
  • Zucchero semolato (125 grammi)
  • Yogurt bianco (125 grammi)
  • Lievito per dolci (1 busta)
  • Olio di semi o burro (rispettivamente 80 o 100 grammi)
  • Limone (1)
  • Zucchero a velo
  • Granella di nocciole tostate NA.mA. (50 grammi)

Procedimento

Dopo aver lavato e mondato le mele fino a ottenere quattro spicchi per ciascuna, tagliare gli spicchi per ottenere tante fettine sottili. Fatto ciò, riporre le fettine di mela in una ciotola e irrorarle col succo del limone.

Poi – in una coppa abbastanza grande – frullare uova e zucchero semolato, ricavando dall’operazione una crema dal colore chiaro e la consistenza schiumosa.

Lo step successivo è inserire nel composto il burro sciolto o l’olio – scelta a vostra comodità – unitamente allo yogurt e alla farina setacciata bene con il lievito per dolci: il tutto sempre mescolando man mano che si versano gli ingredienti.

In questo composto unire le mele (tre quarti), eliminare il succo di limone di troppo e unire metà della granella di nocciole tostate a disposizione.

Versare poi il composto in una tortiera foderata con carta da forno imburrata e disporre una accanto alle altre sul composto le fette di mela rimaste; infine, spargere altro zucchero semolato e granella di nocciole tostate NA.mA.

Giunge quindi il momento di riporre – circa 50’ – in forno preriscaldato statico a 180°.

Al raffreddarsi della torta di mele e granella di nocciole, spolverare con zucchero al velo a piacimento.

La dolcezza che si conserva: biscotti morbidi con granella di nocciole

Quest’altro tipo di biscotti più morbidi – se conservati in contenitori ermetici – ha il pregio di mantenersi commestibile e piacevole al palato per più giorni.

Ingredienti

  • Albume d’uovo (1)
  • Zucchero (100 grammi)
  • Granella di nocciole tostate NA.mA. (230 grammi)
  • Zucchero a velo (qb)

Procedimento

Per fare i biscotti morbidi con granella di nocciole si parte foderando una teglia con carta forno contestualmente a preriscaldare il forno a 170°.

La preparazione vera e propria prevede innanzitutto di montare con fruste elettriche in una ciotola l’albume d’uovo. Appena questo sarà divenuto di colore bianco e sarà divenuto più voluminoso, incorporare lo zucchero e montare ancora giungendo a un composto bianco, liscio e lucido.

Di seguito, al composto appena ottenuto, aggiungere la granella di nocciole NA.mA. mescolando bene con una spatola/cucchiaio.

Giunge quindi il momento di formare delle palline, ordinarle nella teglia a debita distanza reciproca e schiacciarle al centro col pollice per dare forma ai biscotti morbidi.

Prima di infornare a 170° per 12-15’, spolverare ancora un po’ di zucchero a velo.

Continua a seguire il blog di NA.mA. per trovare ispirazione, ricette e curiosità sul mondo della frutta secca siciliana!

0 Comments

Leave a reply

× Ordina su Whatsapp

Log in with your credentials

Forgot your details?